Ricerca operatore

  Ricerca avanzata

tipo di viaggio

Best Tours 
Tour operator Generalisti
Voti utenti
3.0
su 5
14 Recensioni utenti
Tour Operator
Specializzato in viaggi per: Antigua • Caraibi • Cipro • Giamaica • Giordania • Kenya • Libia • Madagascar • Maldive • Marocco • Mauritius • Oman • Seychelles




Nata nel 1974, Best Tours ha sede a Milano e dispone di una filiale a Roma. Dall’inizio dell'attività, l'azienda si è progressivamente affermata nel panorama dell’industria turistica italiana facendo del marchio Best Tours, che dal 2006 è entrato a far parte del Gruppo Ventaglio, un sinonimo di qualità e di affidabilità. Il livello molto elevato dell'offerta, ha infatti permesso a Best Tours di collocarsi nelle fasce più alte del mercato e di rivolgersi con successo a una clientela selezionata ed esigente. Best Tours propone viaggi esclusivi che spaziano dall’Oceano Indiano, all’Egitto, al Medio Oriente e, dal 2004, ai Caraibi.




Recensioni utenti

Media voti da: 14 utente(i)

Media voti
3.0
Qualità dell'offerta
3.1
Ampiezza dell'offerta
3.2
Qualità del servizio
3.0
Trasparenza
3.1
Convenienza
2.6
 

Aggiungi una recensione



0 di 1 persone hanno trovato questa recensione utile

10 e lode, luned 29 febbraio 2016

Autore Federica Nicolini

Media voti
4.8
Qualità dell'offerta
5.0
Ampiezza dell'offerta
5.0
Qualità del servizio
5.0
Trasparenza
5.0
Convenienza
4.0

Abbiamo viaggiato con Best Tour per andare alle Maldive.
Tutto perfetto e l'accoglienza e l'attenzione di Paolo Missora, assistenza Best Tours alle Maldive è stata magnifica.
Siamo stati al Cibstance Halavely e Paolo ci ha ricevuti in aeroporto, poi a giorni alterni ci ha chiamato per verificare che tutto fosse di nostro gradimento e, da ultimo, al rientro ci ha ricevuto e aiutato a fare il check-in facendosi sentire ottimamente.
Grazie Paolo e Grazie Best Tour

Trovi utile questa recensione? yes     no

3 di 5 persone hanno trovato questa recensione utile

viaggio di nozze rovinato, marted 01 dicembre 2015

Autore Rossella

Media voti
1.2
Qualità dell'offerta
1.0
Ampiezza dell'offerta
1.0
Qualità del servizio
1.0
Trasparenza
2.0
Convenienza
1.0

Abbiamo viaggiato a Luglio 2015 per il nostro viaggio di nozze con Best tours, Kuoni.
Un disastro dall'inizio alla fine.
Per colpa di un ritardo della compagnia aerea il volo per Chicago è partito con 6 ore di ritardo, di conseguenza abbiamo perso la coincidenza e una notte a Boston. Siamo stati costretti a dormire a Chicago, a svegliarci alle 4 del mattino per prendere il volo per Boston. Successivamente abbiamo proseguito per NY, sia la posizione che l'albergo erano pessimi. Dopo 7 giorni la direct line ci chiama per dirci che il nostro volo di linea per il Messico era stato modificato con uno scalo a Miami. In seguito alla mia insistenza Best tour decide di darci un volo diretto ma spostandoci ad un altro aeroporto più lontano dal centro di Ny.
Arrivati in Messico abbiamo dovuto attendere il trasporto e ci sono volute quasi 3 ore per arrivare in albergo.
Al mattino seguente ci hanno informato che il mare era pieno di alghe e dunque era impossibile fare il bagno. Dopo tante ore di volo ci siamo dovuti accontentare della piscina (il mare ricoperto di alghe era un fenomeno naturale che durava già da molti mesi, ma il tour operator non ci ha mai informato). Al ritorno abbiamo fatto scalo a Miami e poi volo per Londra, proprio lì visto gli orari abbiamo rischiato di perdere la coincidenza per Roma.
Giunti a Roma dopo 15 ore di volo mi hanno informato che le mie valigie erano ancora a Londra.
Best tours ha affermato di non avere nessuna responsabilità ma il mio viaggio di nozze è stato rovinato per sempre.

tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: viaggio di nozze
Boston
New York
Messico
Miami

Trovi utile questa recensione? yes     no

0 di 0 persone hanno trovato questa recensione utile

SHARM EL SHEIKH MARZO 2015, marted 31 marzo 2015

Autore SONIA

Media voti
5.0
Qualità dell'offerta
5.0
Ampiezza dell'offerta
5.0
Qualità del servizio
5.0
Trasparenza
5.0
Convenienza
5.0

Ottimo il villaggio DOMINA CORAL BAY, il personale davvero gentilissimo e con tanta esperienza. La location molto bella. L'animazione è stata assente in varie zone del villaggio, inoltre alla piscina Sultan secondo il mio parere andava messa della musica per poter almeno animare le giornate dato che l'animazione non si è mai fatta vedere nè lì e nè in spiaggia Sultan. L'assistenza del tour operator BIBO per fortuna ha cambiato il giudizio di tutti in modo positivo. GRANDE BIBO.

tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: Sharm
Trovi utile questa recensione? yes     no

3 di 3 persone hanno trovato questa recensione utile

In Iran, nonostante Best Tours, marted 18 novembre 2014

Autore Federico Bianchessi

Media voti
1.4
Qualità dell'offerta
1.0
Ampiezza dell'offerta
3.0
Qualità del servizio
1.0
Trasparenza
1.0
Convenienza
1.0

Sono tornato lunedì 27 ottobre scorso da un viaggio in Iran, splendido, ma che, per quanto riguarda Best Tours Italia, non avrei mai potuto fare, ma che avrei dovuto comunque interamente pagare.
I fatti. Ho prenotato il Gran Tour dell’Iran del 16-27 ottobre 2014 alla fine di giugno e ho saldato il pagamento di 2.623 euro il 7 luglio (numero pratica 2014 MI 114721).
Prima della prenotazione, avevo fatto presente all’Agenzia Sensazione Viaggi di Varese il mio stato professionale di giornalista professionista, dal momento che un anno e mezzo fa, con un’altra agenzia che pure mi aveva assicurato non esserci problemi, aveva portato al rifiuto del visto. Cambiata tuttavia la situazione politica in Iran, andato io in pensione dal 1° gennaio, ho deciso di riprovare con la proposta Best Tour indicatami dall’agenzia. Per sicurezza, prima di avviare la pratica, il 25 giugno sono andato al Consolato Generale dell’Iran di Milano, dove, controllati i miei dati, mi è stato assicurato che non avrei avuto alcun problema a ottenere il visto e, anzi, me lo avrebbero potuto rilasciare subito. Ho preferito comunque seguire la trafila prevista dal tour operator, perché l’agenzia mi ha ripetutamente tranquillizzato: il visto sarebbe stato collettivo, nessun problema. Ho ricevuto i documenti di viaggio e mi è stato garantito che il visto era stato sicuramente rilasciato.
Alle ore 15.30 del giorno prima della partenza (fissata da Malpensa alle 15), ho invece ricevuto per telefono dall’agenzia la notizia che il visto era stato rifiutato. Per due ragioni: 1) non avevo detto di essere stato due anni fa in Iran 2) ero in pensione ma iscritto all’Albo dei giornalisti.
La prima circostanza era del tutto falsa. Sembrava tuttavia che fossi io ad avere occultato la cosa, per Best Tours le mie dichiarazioni erano bugie. Colpa mia, quindi non avrei ricevuto nemmeno il rimborso. Sarebbe bastato controllare il passaporto per verificare che non c’era alcun visto per l’Iran, dove certamente non ero entrato da clandestino. Ma nessuno si è preso la briga di chiedermi nulla, semplicemente per Best Tours dovevo restare a casa.
La seconda circostanza, oltre che da me ampiamente anticipata, era ovvia: come ogni altro professionista in pensione, resto iscritto al mio Ordine (non Albo). In ogni caso, la finalità del viaggio era esclusivamente turistica, senza alcuna implicazione giornalistica.
Ho fatto presente al responsabile di Sensazione Viaggi, Fabio Coglitore, lo stato dei fatti e devo dargli atto che, oltre a condividere l’irritazione e lo stupore per il pasticcio e per il comportamento superficiale di Best Tours, si è dato da fare per cercare un contatto con il Consolato, che però, data l’ora, era ormai chiuso, e mi ha promesso collaborazione per ottenere il risarcimento. Tuttavia, ho fatto presente che ritenevo possibile ottenere comunque il visto, dati i presupposti falsi sui quali si sarebbe basato il rifiuto. Mi sono quindi recato in auto da Varese la mattina dopo, arrivando alle 9 alla sede diplomatica iraniana di Milano, dove ho presentato il passaporto, i documenti di viaggio e la fotocopia di un fax dove venivano esposte le suddette ragioni del rifiuto di concedermi il visto.
Sono bastati pochi minuti per chiarire che non esisteva alcun ostacolo al visto e nel giro di un quarto d’ora mi sono stati fatti compilare i moduli, prese le impronte, e poco dopo le 10 avevo il visto del Consolato. Ho dovuto pagare io la somma del visto d’urgenza, 70 euro.
Nel frattempo, l’agenzia aveva provveduto a spostarmi la partenza sul volo Turkish Airlines delle 16. Sono così riuscito a imbarcarmi. All’arrivo a Tehran, grazie al visto del Consolato, ho superato subito senza problemi il passaggio doganale.
Questi fatti bastano a mettere in evidenza il grossolano errore della Best Tours, la superficialità e il gravissimo ritardo nel comunicarmi la situazione, oltre alla assoluta assenza di qualsiasi iniziativa per aiutarmi. Dopo avere fornito tutti i dati richiesti da Best Tours con oltre quattro mesi d’anticipo, ho ricevuto la secca cancellazione del viaggio appena 23 ore prima della partenza: bastava una verifica per ottenere il documento, ma ho dovuto fare tutto da solo, a mie spese e con un sovraccarico di stress.
Ma non è finita. L’organizzazione Best Tours si è rivelata pessima ancora una volta.
All’arrivo all’aeroporto di Tehran, è stato il caos, condiviso con gli altri del tour. Non c’era nessuno ad attendere. Cartelli Alpitour, cartelli di vari operatori, ma nessuno Best Tours Kuoni. Momenti di smarrimento, anche perché, a differenza di altri, non avevo alcuna indicazione sugli alberghi dove avremmo alloggiato. Solo dopo alcuni minuti, mi si è avvicinato un iraniano mostrandomi un tablet, senza alcuna indicazione della Best Tours Kuoni, con scritto soltanto “Manzoni Bersani Federico”. Ho spiegato che il mio nome è Federico Bianchessi: forse ero io? Sì, ero io. Poco dopo, è sopraggiunta la guida del tour, ha detto di doversi occupare dell’altro gruppo e ha imbarcato me e una coppia (Manzoni e Bersani) su un pullmino per l’hotel. Per l’altro gruppo, oltre venti passeggeri del volo delle 15, è andata peggio, perché alcuni non hanno identificato la guida, sempre sprovvista di cartelli, e sono andati da soli all’albergo in taxi, mentre gli altri aspettavano all’aeroporto. Una gestione da Operatori Turistici Per Caso!
Ho sporto reclamo con raccomandata r.r., chiedendo almeno una compensazione del danno (economicamente limitato, comunque ho dovuto pagare due volte il visto e il tragitto in auto Varese-Milano e ritorno) e del disagio subito, ma non ho ricevuto nemmeno un messaggio di scuse. Trovo il comportamento di Best Tours davvero riprovevole da tutti i punti di vista e certamente mi guarderò bene dal viaggiare ancora con loro e dal consigliare a qualcuno questo inefficiente e scortese operatore.

tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: IRAN Gran Tour Ottobre 2014
Trovi utile questa recensione? yes     no

0 di 1 persone hanno trovato questa recensione utile

Viaggio Oman, gioved 23 maggio 2013

Autore Antonella marco

Media voti
3.8
Qualità dell'offerta
4.0
Ampiezza dell'offerta
4.0
Qualità del servizio
4.0
Trasparenza
4.0
Convenienza
3.0
Viaggio quasi perfetto per assistenza e sistemazione. La lamentela e' relativa alla poca disponibilita'e scortesia della guida locale, peraltro italiana!
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: Viaggio Oman Pasqua 2013
Trovi utile questa recensione? yes     no

1 di 2 persone hanno trovato questa recensione utile

Bestresort Gangehi, marted 13 luglio 2010

Autore Marita Marcon   -  Guarda tutte le recensioni  - Top 100 Rececensori

Media voti
5.0
Qualità dell'offerta
5.0
Ampiezza dell'offerta
5.0
Qualità del servizio
5.0
Trasparenza
5.0
Convenienza
5.0
Siamo per l'ennesima volta tornati alle Maldive e, grazie alla nostra agenzia che ci ha suggerito questo bellissimo resort, è stata una vacanza che non dimenticheremo mai più.
L' isola è piccolina e ha una splendida lingua di sabbia e una laguna meravigliosa
Il resort è perfetto per chi vuole fare una vacanza in assoluto relax, è molto curato e il servizio è ottimo. Molto valida anche la cucina ricca di prodotti tipici italiani! Abbiamo fatto tanto snorkeling e la parte nord dell' Atollo di Ari si è confermata come la più bella per i fondali.
Vacanza 10 e lode!
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: Ottima assistenza e qualità dei servizi
Trovi utile questa recensione? yes     no

3 di 4 persone hanno trovato questa recensione utile

vacanza ios, sabato 19 giugno 2010

Autore fabio

Media voti
1.2
Qualità dell'offerta
1.0
Ampiezza dell'offerta
1.0
Qualità del servizio
2.0
Trasparenza
1.0
Convenienza
1.0
Vacanza effettuata a ios estate 2009, il viaggio aereo tutto bene, ma appena arrivati al porto di santorini è saltato fuori il fattaccio, la nave terminava l'ultimo giro per ios alle 12:00, mentre noi eravamo appena arrivati 2 minuti dopo, così ci è toccato aspettare fino alle 17:30 la nave successiva per una tratta di solo 45 minuti. Ma non è finita qui, appena arrivati in hotel koumbara sunset, ci siamo resi conto che non valeva assolutamente il prezzo che avevamo pagato, bagno cieco e con ventola rotta, sedie sfondate, frigor rotto. poi la spiaggia altra fregatura, per niente come quella del catalogo, un sasso unico. Per finire, al ritorno siamo partiti dall"hotel alle 3:40 del mattino per arrivare all"aereoporto di verona alle 15:30. Ma vi sembra normale, con tutte quelle ore di transfert si andava in messico. Saluti fabione
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: vacanza ios grecia
Trovi utile questa recensione? yes     no

1 di 2 persone hanno trovato questa recensione utile

Viaggio in Jamaica, luned 12 aprile 2010

Autore Paola

Media voti
4.0
Qualità dell'offerta
4.0
Ampiezza dell'offerta
4.0
Qualità del servizio
5.0
Trasparenza
4.0
Convenienza
3.0
Sono tornata da un viaggio a marzo con mia mamma dalla Jamaica al Sunset at the Palms SPA: che dire, sono partita con molti dubbi dopo aver letto commenti di ogni genere e senza sapere esattamente cosa mi aspettasse, invece: una vacanza bellissima, due settimane di sole stupendo, un villaggio semplice ma carino, curato e posizionato in un giardino botanico con piante e fiori meravigliosi.
Credetemi, la cucina ottima, dai primi ai dolci. (chi dice il contrario farebbe bene a starsene a casa propria!!)
Il personale dei ristoranti e bar gentilissimi e carini, ci hanno coccolate in ogni modo sebbene noi parlassimo pochino l’inglese e loro meno ancora l’italiano, hanno fatto di tutto per accontentarci al meglio.
Per arrivare alla spiaggia richiede l’attraversamento della strada dove, delle ore 07.00 alle ore 19.00 c’è sempre una persona dell’Hotel in ausilio per l’attraversamento in tutta sicurezza, può sembrare scomodo ma vi assicuro che ci vogliono pochissimi minuti.
La spiaggia è particolare ricca di vegetazione, selvaggia e ben tenuta, pulita servita da grill per spuntini e pranzi, bar per le bevande, bagni con docce e servizi igienici
Viste le piccole dimensioni del resort, si organizzano serate con aperitivi e stuzzichini a bordo piscina, cene in spiaggia “tempo permettendo” che hanno reso piacevole il nostro soggiorno.
Un saluto carissimo ad Annalisa la nostra assistente, puntuale, precisa e presente ogni giorno negli orari indicati, disponibile per ogni nostra esigenza anche la più banale, gentilissima e attenta sino al momento della partenza;un altro saluto lo vorrei mandare a Tiziana, la nostra guida, che ci ha accompagnato in due escursioni, una ragazza italiana simpaticissima che vive ormai da anni in Jamaica.
Vorrei dire che questa è stata veramente una vacanza speciale ed auguro a tutti coloro che vorranno andare, di viverla con lo stesso nostro entusiasmo !!!
Per terminare, l’assistenza Best Tour è stata eccezionale.
PAOLA e ALBA
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: Jamaica al Sunset at the Palms SPA
Trovi utile questa recensione? yes     no

1 di 1 persone hanno trovato questa recensione utile

Tour delle città imperiali, Marocco., sabato 10 aprile 2010

Autore voloalto

Media voti
2.4
Qualità dell'offerta
3.0
Ampiezza dell'offerta
3.0
Qualità del servizio
2.0
Trasparenza
3.0
Convenienza
1.0

Ho appena partecipato al tour delle città imperiali in Marocco. Ho scelto Best Tours perchè, avendo già viaggiato con loro e avendo trovato il viaggio superlativo, ho sperato in qualcosa di almeno discreto. Devo dire che il mio viaggio in Marocco non è stato il massimo, seppur bello. Intanto alla prenotazione mi era stata assicurata la presenza di un gruppo, al mio arrivo a Casablanca ho scoperto che il gruppo era composto da me e da una coppia. La persona che mi ha accompagnata in albergo non parlava una parola di italiano e non mi ha dato alcuna informazione: solo la sera tardi, quando ho chiesto al portiere dell'albergo qualche notizia, mi è stato detto che la guida sarebbe venuta a prendermi l'indomani mattina. Purtroppo la guida in questione (probabilmente non autorizzata visto che non volevano farci entrare nel palazzo reale di Rabat perchè lui non aveva il tesserino di riconoscimento) è una persona che non è piacevole avere vicino: capelli tinti con le radici bianche e dita nel naso per tutto il tempo; appena entravamo in macchina si addormentava e sembrava abbastanza svogliato. Se provavamo a fare qualche domanda di approfondimento o per conoscere gli usi del paese, era sempre stringato nelle risposte. All'arrivo nei vari alberghi non ci dava nessuna informazione se non l'orario per l'indomani mattina. Se chiedevamo di visitare qualcosa che incontravamo lungo il cammino rispondeva che il badget dell'agenzia non comprendeva questo o quello e se ci offivamo di pagare l'ingresso (quasi sempre 1 euro) diceva che non era interessante e non ne valeva la pena. Ci lasciava in albergo alle 18 circa senza indicazioni o consigli sul come passare la serata. Il tour è bello, i posti anche, abbiamo pranzato in case arabe trasformate in ristoranti e assaggiato la cucina locale,anche se più o meno sempre gli stessi piatti. Ovviamente ci ha portati in posti dove ci 'consigliava' di comprare, ma questo è mal comune. Per contro l'autista della macchina è stato molto bravo: sempre attento e disponibile, premuroso e a volte, seppur non conoscendo l'italiano, cercava di sopperire al deficit della guida. Gli alberghi buoni ma un po' decentrati, inoltre eravamo gli unici italiani presenti. Direi nel complesso che non è stato male, ma neanche all'altezza del tour operator e del costo.

La prossima volta ci penserò attentamente prima di prenotare nuovamente con loro.

Trovi utile questa recensione? yes     no

8 di 9 persone hanno trovato questa recensione utile

Mai più con la Best Tours, luned 01 marzo 2010

Autore Marita

Media voti
1.6
Qualità dell'offerta
2.0
Ampiezza dell'offerta
2.0
Qualità del servizio
1.0
Trasparenza
2.0
Convenienza
1.0
Siamo (6 persone) appena tornati da un viaggio in Israele e rimasti veramente delusi dalla scadente qualità della scelta degli alberghi e della assoluta assenza di servizi del Tour Operator. Gli alberghi scelti erano tutti di bassa qualità sia nelle strutture che nella ristorazione, scelti prevalentemente da masse di pellegrini che ci constrigevano di alzarci alle 6 della mattina per trovare ancora qualcosa da mangiare per colazione. Alzarci a quell'ora veramente non era difficile visto che il prete con il megafono già era passato per i corridoi dell'albergo. Mi aspettavo per la reputazione della Best Tours (avevo fatto altri viaggi) e per il prezzo pagato una scelta più accurata e non del livello mensa aziendale. Rivolgendoci al Servizio Clienti abbiamo avuto solo una risposta arrogante e del tutto poco commerciale senza nessun interesse di andare a fondo dei problemi presentatosi durante il viaggio. Best Tours ha dimostrato di essere incapace di seguire clienti con un minimo di pretese. Potete scegliere tranquillamente organizzazioni che per lo stesso viaggio vi fanno pagare quasi la metà perchè non avrete nessun valore aggiunto. Penso che Best abbia visto tempi miglori.
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: Israele: Mosaico di storia e cultura
Trovi utile questa recensione? yes     no

2 di 3 persone hanno trovato questa recensione utile

Tour Siria-Giordania buono, mercoled 01 luglio 2009

Autore Stefano

Media voti
4.0
Qualità dell'offerta
4.0
Ampiezza dell'offerta
4.0
Qualità del servizio
4.0
Trasparenza
4.0
Convenienza
4.0
Il tour Siria-Giordania non è iniziato nel modo migliore, con lo smarrimento dei bagagli tra Amman e Damasco. Per fortuna, essendo in 11, era previsto l'accompagnatore dall'Italia e lui si è subito prodigato in aeroporto battagliando con la lentezza delle autorità siriane per mandare avanti la denuncia. Fortunatamente per 10 di noi i bagagli sono poi stati recuperati con un blitz in aeroporto alle 3 di notte di 3 giorni dopo, mentre per l'undicesimo l'iter si è completato 3 mesi dopo, come epilogo di una lunga battaglia con la Jordan Airlines. Abbiamo dovuto acquistare beni di prima necessità senza essere rimborsati, ma questo non dipende dal TO ma dalle regole dell'assicurazione e del Paese visitato. Il tour è stato molto "particolare" per via di alcune tensioni gravi esplose tra l'accompagnatore e un membro del gruppo, la quale è stata subito isolata dal resto dei partecipanti, in quanto elemento disturbatore. L'accompagnatore ha dimostrato in seguito una buona efficienza ma eccessiva emotività, e spesso si aveva la sensazione che la situazione gli sfuggisse di mano. La guida locale siriana, un professore universitario di Damasco di nome Rachid, è stato semplicemente eccezionale, una persona coltissima che si esprimeva in un italiano perfetto e sapeva essere molto obiettivo. Ci ha fatto conoscere la Siria e innamorare di questo Paese. Gli alberghi della catena Cham erano molto buoni, puliti, ma il cibo era troppo ripetitivo: sempre le stesse cose (mezzeh immangiabili perchè traboccanti di aglio, piatto unico a base di riso e pollo o pesce, un po' di frutta) a pranzo e a cena, e il servizio molto lento, ma nel complesso ci si abitua. Arrivati in Giordania, il primo incontro con la guida locale non è stato dei migliori: fermi 2 ore in un piazzale in frontiera a mezzogiorno perchè lui era in moschea a pregare. Il suo italiano era un po' stentato e spesso le spiegazioni erano soporifere, ma nel complesso accettabile. Gli alberghi erano molto buoni e puliti, il cibo un po' meglio che in Siria. Solo un disguido negli ultimi giorni: nell'escursione al deserto del Wadi Rum, l'autista del fuoristrada, un ragazzino di 15 anni massimo, ha iniziato a fare il cretino sbandando apposta e cercando di prendere tutte le dune, rischiando anche di ribaltarsi, e in pochi minuti il decrepito fuoristrada ci ha lasciato a piedi nel deserto. Dopo un quarto d'ora è arrivato l'altro fuoristrada a prenderci. Corso un rischio inutile: non si poteva scegliere un autista affidabile? Nel complesso da parte mia ben poco da lamentarmi, sicuramente il mio compagno di viaggio che ha fatto il viaggio senza bagagli e se li è visti restituire dopo 3 mesi con un rimborso ridicolo non la penserà come me...
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: Tour Siria-Giordania 13gg giugno 2007
Trovi utile questa recensione? yes     no

2 di 3 persone hanno trovato questa recensione utile

viaggio in Siria, domenica 14 giugno 2009

Autore voloalto

Media voti
5.0
Qualità dell'offerta
5.0
Ampiezza dell'offerta
5.0
Qualità del servizio
5.0
Trasparenza
5.0
Convenienza
5.0
Bellissimo viaggio di gran lunga oltre le aspettative. Assistenza perfetta oltre ciò che era previsto nel catalogo (ultimo giorno libero a Damasco abbiamo avuto comunque pullman, accompagantore e guida tutto il giorno e ci hanno accompagnati dove abbiamo voluto). Bellissimi ristotanti in antiche case damascene con cucina tipica locale molto ben preparata e servita. Visite extra senza ulteriori costi. Unico neo gli orari dei voli.
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: tour della Siria a maggio 2009
Trovi utile questa recensione? yes     no

6 di 8 persone hanno trovato questa recensione utile

Vacanza in Egitto - Pasqua 2009, luned 27 aprile 2009

Autore Rosa Iabichino

Media voti
1.4
Qualità dell'offerta
2.0
Ampiezza dell'offerta
2.0
Qualità del servizio
1.0
Trasparenza
1.0
Convenienza
1.0
Abbiamo chiesto ad un'agenzia di Pisa di organizzare un viaggio per cinque persone, tutte adulte paganti per intero, una vacanza che ci permettesse di riposare e nello stesso tempo passare per il Cairo, essendo la quarta volta che ci recavamo in Egitto e non essendoci mai stati. Abbiamo optato per Best Tours in quanto tour operator conosciuto come eccellente. Tanto per incominciare abbiamo prenotato il viaggio e, quasi contestualmente ci è stato chiesto il saldo per l'intero importo, cosicché le nostre indicazioni sull'orario dei voli sono state totalmente disattese senza possibilità di cambiare. L'8 aprile, giorno di partenza, alzati alle 5 del mattino viene cancellato il volo per Roma, perso il volo per il Cairo delle 11,50 da Roma, l'agenzia ci ha riprotetti su quello della sera, abbiamo rifiutato la riprotezione su superficie (alias tortura su pullman) e siamo andati a Fiumucino con la nostra macchina. Nessuno ha intenzione di rimborsarci quel volo cancellato, nemmeno l'assicurazione stipulata con Best tours vuole risarcire il disagio per ritardo oltre le 8 ore, infatti siamo arrivati al Cairo alle 2 di notte, perdendo anche mezza giornata. Un'assonnata signora Monia, corrispondente del suddetto tour operator ci accoglie, ci comunica che il volo per Sharm di venerdì purtroppo implica un'altra alzata alle 6 del mattino, che in Egitto è così e che loro non possono far nulla. Il giorno dopo, l'unico rimasto per girare per il Cairo, ci alziamo presto e ci organizziamo con un taxi per conto nostro: la signora Monia non può scendere perché il suo computer sta eseguendo un update e non può lasciarlo solo. Rientriamo la sera molto tardi, soddisfatti per ciò che eravamo riusciti a fare in una sola giornata, da soli!, al Cairo. L'indomani alzataccia e, come se non bastasse, disguido per il ritiro bagagli: ci era stato detto di attendere in camera alle 7, ma dopo mezz'ora non era venuto nessuno, abbiamo sollecitato per telefono ma a quel punto due di noi hanno saltato la colazione. Arrivati a Naama Bay, al Sonesta alle 10 del mattino, ci accoglie Fabio, altro corrispondente Best tours. Ci fa le comunicazioni di servizio, le camere saranno pronte alle tre, nel frattempo ci può aiutare lasciando che indossiamo costume e ciabatte nel deposito bagagli. Alla nostra richiesta di trovare dei posti in tarda mattinata sul volo di ritorno per il Cairo del 14 dice che sarà impossibile. Non lo vediamo fino al giorno prima della partenza quando, alla mia domanda se avesse trovato posti sul volo risponde arrabbiato e ovviamente scortese. Dunque, altra alzata alle sei, partenza alle 8,30, arrivo al Cairo alle 9,30, ci lasciano al centro commerciale adiacente l'hotel Intercontinental per ingannare il tempo fino al volo per Roma in partenza alle 16 (altra mezza giornata persa). Arrivati alle 20, recuperata la nostra macchina alle 21, arrivo a casa all'una. Ovviamente non abbiamo usufruito del volo Roma Pisa perché dovevamo riportare indietro la macchina. tutto ciò non per nostra scelta. Abbiamo viaggiato tanto con tour operatours piccoli o grandi ma sempre all'altezza del loro compito e soprattutto del loro prezzo. Mai più Best tours e lo sconsiglio vivamente a chiunque.
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: Viaggio combinato, con voli di linea Alitalia, di due giorni al Cairo più quattro a Sharm el sheik
Trovi utile questa recensione? yes     no

16 di 21 persone hanno trovato questa recensione utile

Viaggio in Jamaica - Agosto 2008, venerd 05 settembre 2008

Autore edoardo nobili

Media voti
1.0
Qualità dell'offerta
1.0
Ampiezza dell'offerta
1.0
Qualità del servizio
1.0
Trasparenza
1.0
Convenienza
1.0
Trasmetto qui di seguito la lettera inviata a Best Tours :

Facendo seguito alla telefonata intercorsa con Sig. Miglio di A. Punto A. in Saronno (Va), la presente per esprimere tutta la mia delusione e disappunto nei confronti del tour operator Best Tours Spa e conseguentemente dell’ agenzia viaggi A. Punto A. , riguardo al viaggio effettuato con la mia famiglia composta da 4 persone di cui 2 bambini di 7 e 9 anni, in Jamaica presso il resort Beaches Negril Resort & Spa , lo scorso mese di Agosto.
Cerchero’ di essere sintetico nell’illustrarVi il soggiorno, che preferisco dimenticare al più presto, indicando con B.T. la Societa’ Best Tours S.p.a., per facilita’ di lettura.
Gia’ all’arrivo all’aeroporto di Montego Bay nessun responsabile di B.T. era presente per accoglierci ed organizzare il trasporto alla struttura con il pulmino, quindi ci siamo dovuti arrangiare con le nostre valigie e cercare quale dei pulmini posti all’esterno dell’aeroporto fosse quello giusto, peggio ancora al nostro arrivo al resort dove ad accoglierci alla reception c’era solo un ometto jamaicano, quello incaricato a portare le valigie in camera per intenderci, che ha espletato da solo tutte le formalita’ (passaporti, richiesta nominativi, compilazione moduli, consegna chiavi camera, accompagnamento alla camera, ecc…), senza nemmeno ricevere un aperitivo di benvenuto (ma bastava anche un bicchiere d’acqua), un po’ di frutta, o un rapido briefing riguardo gli orari dei vari eventi e un minimo di presentazione della struttura. Preciso che siamo arrivati al resort alle 17.30 e non alle 5.00 della mattina.
Anche qui al resort nessun rappresentante di B.T. era presente, insomma eravamo abbandonati a noi stessi. Credo che il tipo di accoglienza riservata ad un ospite sia il biglietto da visita per una qualsiasi struttura ricettiva e, con il senno di poi, non mi sbagliavo.
La nostra permanenza e’ comunque dovuta procedere e quindi ci siamo dovuti arrangiare da soli.



Il resort era comunque grande, fin troppo, quindi prima di conoscere l’ubicazione di tutte le zone abbiamo faticato non poco, ovviamente da soli; ma la cosa che abbiamo notato fin dall’inizio e’ stata la presenza totalitaria di americani, fatta eccezione per una o due famiglie italiane...
Per carita’, nulla contro gli americani, ma e’ evidente e tutti sanno che hanno esigenze diametralmente opposte alle nostre; di questo, credo, avrei dovuto essere informato in sede di scelta del resort.
Sempre riguardo al resort l’ organizzazione era insesistente, disordine che regnava ovunque, fiumi di birre ed alcolici dappertutto e a qualunque ora del giorno, bicchieri vuoti abbandonati in spiaggia, in piscina, in acqua, dove capitava insomma, e li’ giacevano per giorni, musica techno assordante e del tutto fuori luogo, tutti o quasi i clienti sempre vestiti con canottiera e ciabatte anche la sera a cena: insomma, in poche parole, livello della struttura molto “popolare” e molto basso, certamente non degno per un Tour Operator come B.T., cosi’ almeno credevo, e per una vacanza costata 13.000,00 euro piu’ altri 2.000,00 euro per le “escursioni” serali al ristorante Rock House di Negril visto che ai pasti, altra condizione assolutamente inaccettabile, venivano proposti sempre, mezzogiorno e sera, le stesse quattro cose immangiabili : pasta scotta, il solito trancetto di pesce secco e le patatine fritte, oltre a un po’ di frutta…
Oppure dovevi recarti al “ristorante messicano” e mangiare gli hamburger tipo Mc Donald’s, magari vicino ai bidoni dell’immondizia (ci e’ capitato anche questo…) facendo una coda di 1 ora sotto il sole per accedere alla sala…Tralascio di proposito di descrivere la qualita’del servizio, comunque orrenda per la cronaca.
Quasi dimenticavo…mia moglie stava mangiando un piatto di pomodori e ops!…ecco fuoriuscire da uno di questi pomodori un bel cagnotto vivo di 2 cm. (…ma papa’ non e’ un cagnotto, e’ una camola, come quelle che usa il nonno per pescare, mi ha subito zittito mio figlio…) Questo e’ capitato la penultima sera del nostro soggiorno, nella seconda ed ultima volta che abbiamo cenato in albergo.
Quindi per forza di cose tutte le sere andavamo a mangiare al Rock House, ristorante gentilmente consigliatoci da Daniela Pons che avro’ modo di citare piu’ avanti, spendendo ogni sera dai 150 ai 200 Usd tra taxi e cena.
E che dire della responsabile di B.T., tale Valentina, chi l’ha vista? Ci ha telefonato in camera il sesto giorno della nostra permanenza per sapere come andava la vacanza, ed alle mie risposte di cui sopra replicava che purtroppo non conosceva il resort e tantomeno poteva sapere come si mangiava…Da non crederci.
L’abbiamo conosciuta, o meglio vista per un minuto e mai piu’ rivista, all’ottavo dei nostri dieci giorni di permanenza: una ragazzina giovane ed assolutamente inesperta che ormai non “serviva” più a



niente visto che gia’ avevamo espresso tutto il nostro disappunto alla Direttrice del resort Sig.ra Daniela Pons, ragazza italiana e molto professionale, alla quale riconosco il merito di essere stata la sola a prodigarsi per “cercare” di aiutarci in qualche modo…Preciso, per dovere di cronaca, che la Sig.ra Pons non e’ alle dipendenze di B.T., e che potete tranquillamente contattare per confermare la veridicita’ di quanto riportato nella presente lettera. Ovviamente nessun saluto da parte di B.T. alla nostra partenza, non che ne sentissi il bisogno anzi, solo un foglietto prestampato messo sotto la porta della nostra camera la sera prima della partenza che ci informava che il nostro aereo partiva il giorno X, alle ore Y, e che dovevamo essere in aeroporto due ore prima della partenza…Eh si, pensavano che non sapessi quando dovevo partire, senza parole…
Credo sia superfluo dire che nessuno di B.T. ci ha accompagnati all’aereoporto…
Tengo a precisare che avevo gia’ fatto altri viaggi con B.T., uno dei quali proprio in Jamaica al Swept Away, e mi sono sempre trovato bene, ma mai con nessun altro tour operator e come in questa vacanza, che reputo senza esagerare una vera e propria truffa nei confronti miei ma soprattutto della mia famiglia, ho ricevuto un trattamento cosi’ scadente e nettamente al di sotto di ogni aspettativa, tanto per un conclamato resort spacciato per un “cinque stelle lusso”, quanto per la qualita’ organizzativa e di prestigio tanto pubblicizzata da B.T., nonostante, sia ben chiaro, al Sig. Miglio avessi richiesto e preteso “il meglio” per la mia famiglia.
Per concludere, a fronte di un spesa iniziale di 13.000,00 euro poi arrivata a oltre 15.000 euro con gli extra pasti sopraccitati ritengo lecito pretendere un servizio ed una qualita’ all’altezza, e per le prossime vacanze optero’ certamente per altri tour operator cosi’come per altre agenzie viaggi.

Tanto Vi era dovuto per opportuna informazione.
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: Soggiorno al Beaches Negril Resort & Spa in Negril - Jamaica
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >