Ricerca operatore

  Ricerca avanzata

tipo di viaggio

Zanzibar Viaggi 
Tour operator Africa
Voti utenti
2.8
su 5
4 Recensioni utenti
Tour Operator
Specializzato in viaggi per: Tanzania • Zanzibar
Proposte speciali: Diving • Safari




ZanzibarViaggi è un tour operator che offre una serie di proposte di soggiorno a Zanzibar e safari in Tanzania: offerte di resort e hotel, voli scontati e una gamma di possibilità per escursioni, diving, kite surfing e molto altro. Escursioni concepite per visitare i luoghi di maggior interesse dal punto di vista culturale, paesaggistico e naturalistico, mini-bus di proprietà e guide locali che faranno apprezzare un paese ricco di storia, uscendo spesso dai classici percorsi turistici, pur rimanendo nella massima sicurezza. A queste vanno aggiunte sicuramente le crociere in catamarano tra le acque più belle di Zanzibar e l'isola di Pemba, come le altre possibili escursioni per tutti gli amanti del diving. Zanzibar Viaggi propone inoltre safari nel Nord della Tanzania, che sono abbinabili al soggiorno a Zanzibar o a Mafia o alla scalata del Kilimajaro, con mezzi di proprietà e guide consolidate. Il safari introduce i viaggiatori in un paradiso incontaminato creando emozioni che nessun tipo di racconto, immagine o filmato possono riprodurre. I programmi proposti includono i parchi del Manyara, Ngoro-Ngoro, Tarangire e Serengeti ma sono tutti personalizzabili; c'è inoltre la possibilità di organizzare percorsi anche nei Parchi del Selous e Ruha, nel sud della Tanzania, considerti ancora selvaggi e meno battuti dai circuiti turistici. Il vettore aereo scelto per i voli interni è ZanAir, la migliore compagnia aerea tanzaniana. Distribuita su tre sedi, due tra Zanzibar ed Arusha (Tanzania) ed una in Italia, la struttura offre uno staff bilingue, numeri di emergenza attivi 24/24 h in Italia ed a Zanzibar. La scelta di Zanzibarviaggi è quella di specializzarsi per offrire un servizio unico e proposte che possano il più possibile avvicinarsi alle esigenze del viaggiatore, distanziandosi dalle proposte "a pacchetto" generalistee dai luoghi comuni delle vacanze sempre uguali in tutte le parti del mondo.




Recensioni utenti

Media voti da: 4 utente(i)

Media voti
2.8
Qualità dell'offerta
3.5
Ampiezza dell'offerta
3.3
Qualità del servizio
3.0
Trasparenza
2.3
Convenienza
2.0
 

Aggiungi una recensione



0 di 0 persone hanno trovato questa recensione utile

Safari in Tanzania e Pemba, 25 agosto 2019

Autore Maurizio Lispi

Media voti
2.0
Qualità dell'offerta
3.0
Ampiezza dell'offerta
3.0
Qualità del servizio
1.0
Trasparenza
1.0
Convenienza
2.0

Arrivati in aeroporto a Malpensa non abbiamo trovato nessuno della Zanzibar vaggi e questo è solo il primo di numerosi disservizi di seguito elencati:

 

• 15 luglio
1. Arriviamo all'aeroporto Kilimangiaro ma non c’è nessuno a prenderci per condurci in albergo.
Contattiamo i nostri riferimenti sia in Italia che in Tanzania. Dopo vari tentativi, abbastanza difficoltosi per comprendere il da farsi, con il personale di Zanzibar Viaggi e dopo il contatto con l’Italia riusciamo ad avere qualcuno che ci accompagni, grazie anche all’aiuto di diverse persone, autisti di taxi ed altri, che ci hanno dato una mano ad uscire dall’inghippo.
Al suo arrivo l’autista ci dice che a lui avevano detto che arrivavamo nel pomeriggio.
2. All’arrivo in albergo troviamo Nelson che ci dice che il programma di viaggio è cambiato perché lui, normalmente, il primo giorno non fa fare safari data la lunghezza del viaggio e la conseguente stanchezza e ci consiglia di fare un giro per Arusha con una guida da lui fornita. Un safari sarebbe stato fatto il giorno della partenza per Pemba (volo di cui ancora non avevamo i biglietti e non conoscevamo l’orario). Facciamo notare che vista la concomitanza del safari e del volo non volevamo perdere il terzo safari, per il quale avevamo pagato. Veniamo rassicurati circa questa evenienza.
3. Ci dice che verrà un autista a prenderci in albergo la mattina dopo e ci dice il nome dello stesso.

•16 luglio
1. Arriva l’autista, non è quello che aspettavamo. Partiamo per il safari ma non è Lake Manyara come doveva essere: è Tarangire. Pensiamo che sia un problema di organizzazione anche se un po’ contrariati di questi cambiamenti. A sera l’autista ci dà il nome dell’autista del giorno dopo.

•17 luglio
1. Al mattino l’autista non è quello che aspettavamo ma lo stesso del giorno prima. Partiamo per Ngorongoro. Notiamo che ci sono i pacchetti con il mangiare ma non c’è l’acqua da bere. Ne avevamo noi ed abbiamo lasciato perdere.
2. Nel pomeriggio, verso la fine del safari, andiamo nella foresta pluviale. Vediamo degli alberi, non sappiamo cosa vediamo visto che l’autista non profferisce parola per darci qualche informazione. Ad un certo punto, sicuramente non alla fine della foresta, l’autista fa manovra e si avvia verso l’uscita con la scusa che non c’erano animali da vedere. Rimaniamo un po’ stupiti.
3. Arriviamo in albergo e ci viene detto dall’autista che la mattina dopo dovevamo partire presto per il safari perché a mezzogiorno avremmo avuto il volo e dovevamo essere alle 11 in aero-porto. Nostre rimostranze perché, ovviamente avremmo fatto un micro safari ed oltre a tutto avevamo negli orecchi un aereo nel pomeriggio inoltrato e non a mezzogiorno: altra cosa, ovviamente. Niente da fare.

•18 luglio
1. Partiamo per Lake Manyara alle sette. Arriviamo all’ingresso del parco e l’autista scende per svolgere i soliti adempimenti. Passa il tempo e non torna. Altre macchine arrivano e partono. Alla fine si presenta dicendoci che gli avevano dato un numero di prenotazione sbagliato e che stava aspettando che Zanzibar Viaggi gli mandasse quello giusto per messaggio.
2. Notiamo che anche questa volta l’acqua non c’è mentre ci sono le scatole con il mangiare.
3. Perdiamo una buona mezz’ora.
4. Iniziamo il safari che dura a malapena fino alle nove.
5. Arriviamo in aeroporto poco dopo le 11.
6. Chiediamo il biglietto dell’aereo all’autista. Non ce l’ha. Chiediamo di Nelson: non c’è. Alla fine Nelson ci manda i biglietti sul cellulare, tramite WhatsApp, all’ultimo minuto.
7. Entriamo in aeroporto. L’aereo decollerà alle una e non a mezzogiorno. Un’ora di safari persa senza sapere il perché.
8. Notiamo che tutti hanno la scatola con il mangiare del safari visto che, a causa dei trasferimenti, non sarà possibile mangiare fino a sera. Tutti meno che noi visto che l’autista se ne è andato senza darceli.
9. Arriviamo finalmente a Pemba verso le sedici. Non c’è nessuno. La storia si ripete?
10. Dopo un po’, mentre stavamo per chiamare qualcuno, arriva un signore, gentilissimo e che parlava italiano, che ci accompagnerà dall’autista che ci avrebbe, a sua volta, portato al resort. Si scusa del ritardo ma sapeva che saremmo arrivati verso le 18,30.

•25 luglio
1. Arriviamo in aeroporto. Questa volta l’autista c’è. Ci dice che ci accompagnerà in albergo e poi, se vogliamo, ci farà fare un giro per Stone Town. Gli facciamo notare che l’albergo che aveva menzionato non era quello del voucher. Altro cambiamento senza che nessuno si fosse degnato di avvertirci. Arrivati in albergo fissiamo per le una con l’autista che ci dice che vuole 20 dollari per il giro in città. Chiediamo se a testa o per tutti e due e ci viene risposto: per tutti e due.
2. Andiamo alla reception. Non c’è nessuna prenotazione a nome nostro. Dopo un certo tira e molla dall’albergo dove siamo chiamano l’altro, il Tembo House, quello del voucher, e viene loro confermato che siamo registrati li. Ci accompagnano all’altro albergo e, dopo un lungo tempo per la registrazione, ci assegnano la camera.
3. Dopo un po’ arriva una telefonata da Mario che ci dice che l’albergo dove dobbiamo stare è il primo e che sarebbe venuto lui. Altro trasloco e torniamo all’albergo precedente. Nel frattempo, in tutti questi giri, scompare la borsa con le spezie che avevamo acquistato.
4. Arriviamo nell’altro albergo insieme a Mario e scopriamo che la prenotazione era stata fatta con il nome della società (non Zanzibar Viaggi però) ed i nostri nomi non compaiono. Ci viene data la chiave della camera e dopo una doccia partiamo per il giro di Stone Town con l’autista.
5. Facciamo un giro per la città tutto a piedi ed ad andatura abbastanza sostenuta. L’autista paga il nostro ingresso alla chiesa anglicana.
6. Torniamo in albergo e ci chiede 40 dollari per il giro dicendo che erano 20 dollari a testa e che questa cifra da chiedere gli era stata data da Mario. Ovvie rimostranze ma non c’è niente da fare. Abbiamo solo 30 dollari ed accetta quelli. Mando un messaggio alla nostra corrispondente in Italia che accoglie con stupore la notizia.
7. Usciamo dopo un po’ per fare un altro giretto. Rientriamo alle 20. La persona alla reception ci chiede cosa vogliamo per cena. Rimaniamo interdetti. All’altro albergo avevamo solo prima colazione. Li invece avevamo mezza pensione ma nessuno ci aveva avvertito.
8. Arriva Mario per restituirci i soldi del giro della città (grazie alla corrispondente italiana) e fissiamo con lui per la mattina dopo alle 3,40.

•26 luglio
1. Alle tre e mezzo scendiamo e consegniamo la chiave. In reception ci chiedono i soldi della stanza e della cena. Dopo un momento di stupore inizia un’animata discussione alla fine della quale, naturalmente, non sborsiamo un soldo.
2. Inizia l’attesa per andare in aeroporto. Tutto tace. Mario non si vede. Lo chiamiamo per telefono ai due numeri che avevamo senza ricevere risposta. Sono le tre e cinquanta e dalla strada dove ero ad aspettare, a voce alta, dico due volte alla mia compagna, che era rimasta nella hall, di farci chiamare un taxi per andare in aeroporto.
3. A quel punto sento una voce da un furgone in sosta che dice ‘sono qui Maurizio’ e dai sedili di dietro di una vettura parcheggiata esce Mario senza ciabatte, un po’ scompigliato e visibilmente assonnato. Di sicuro era lì ad aspettarci e si è messo a dormire. Ci ha detto che era arrivato alle due e mezzo e che comunque non stava dormendo.

tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: Safari nei parchi nord della Tanzania e soggiorno nell'isola di Pemba.
Costo del viaggio: circa € 4000,00 a persona pagati in anticipo

Trovi utile questa recensione? yes     no

5 di 5 persone hanno trovato questa recensione utile

zanzibar viaggi il safari, 19 ottobre 2013

Autore antonella

Media voti
1.8
Qualità dell'offerta
3.0
Ampiezza dell'offerta
3.0
Qualità del servizio
1.0
Trasparenza
1.0
Convenienza
1.0

Partiti da milano con  3 ore di fila per convalidare il biglietto e quando è toccato a noi ci è stato detto che i posti erano già stati assegnati. Il personale della Zanzibar viaggi all'aeroporto non poteva avvisarci per tempo? Se il buongiorno si vede dal mattino... Arrivati a destinazione ci aspetta la nostra guida e il fuoristrada... La guida non parla una parola d'italiano e l'auto è condivisa con un'altra coppia. Nota bene che noi avevamo su contratto scritto guida parlante italiano e jeep ad uso esclusivo... Nonostante le lamentele niente da fare l'italiano è una lingua sconosciuta e dopo varie richieste arriva una guida supplementare (dio ci scampi e liberi !)
che doveva parlare italiano ma che in realtà capiva tre parole e ne parlava due. Non solo, ma la suddetta seconda guida non solo non parlava e non capiva italiano ma non parlava neppure inglese e tanto meno si intendeva di animali... in compenso però possedeva due cellulari con cui alternativamente o anche in concomitanza parlava... parlava parlava con l'altra guida, quella che guidava... telefonavano (3 cellulari in due!) e parlavano, sempre fra loro mai con noi e le poche volte che si sono degnati di rivolgerci la parola sempre al maschile mai un buongiorno a noi signore solo ai mariti. Il safari è una esperienza magnifica ma penso lo sarebbe stata notevolmente di più senza continui squilli di cellulare e due che ti stordiscono con le loro chiacchiere! Non parliamo poi dell'organizzazione del viaggio. gli hotels ci sono stati comunicati la sera prima della partenza niente voce in capitolo se non ti piacevano dovevi farteli piacere, ad Arusha una stamberga vecchia e sporca. Inoltre per il tragitto del safari due notti in un lodge che era ad una ora di distanza dall'entrata e dall'uscita del parco dalla finestra di camera vedevi la finestra del bagno della camera accanto. Praticamente al mattino una ora per arrivare al cancello del parco una ora se non di più (e non sto esagerando credetemi) per le formalità di entrata. Tutti partivano prima di noi anche quelli che erano arrivati più tardi: che il nostro Stan andasse a fare una passeggiatina? poi, finalmente iniziava il Safari. L'ultimo pernottamento presso il Tarangiri hotel all'interno del parco. Non crediate che di tutto questo non fossero a conoscenza in amministrazione ... ma cambiamenti non ce ne sono stati.
Sono poi venuta a sapere che all'altra coppia con cui abbiamo dovuto dividere il fuoristrada era stato detto che se per caso l'auto non fosse stata ad uso esclusivo gli avrebbero reso la somma di duecento euro a noi invece non ci è pervenuto nessun bonifico nessuna scusa per gli inconvenienti occorsoci... che dire se vi sembra una agenzia che agisce con serietà ?!!!

tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: zanzibar
Trovi utile questa recensione? yes     no

7 di 7 persone hanno trovato questa recensione utile

Tutto bene, 11 febbraio 2010

Autore maurizio

Media voti
4.2
Qualità dell'offerta
4.0
Ampiezza dell'offerta
4.0
Qualità del servizio
5.0
Trasparenza
4.0
Convenienza
4.0
Il pacchetto propostomi con il budget a disposizione era di gran lunga più interessante delle altre proposte che avevo raccolto.
L'organizzazione è stata ottima e anche il supporto in loco, con l'organizzazione delle escursioni sempre impeccabile.
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: Viaggio a Zanzibar
Trovi utile questa recensione? yes     no

10 di 13 persone hanno trovato questa recensione utile

prestate attenzione, 21 gennaio 2010

Autore caterina

Media voti
3.2
Qualità dell'offerta
4.0
Ampiezza dell'offerta
3.0
Qualità del servizio
5.0
Trasparenza
3.0
Convenienza
1.0
Quanto a professionalità non ho nulla da eccepire, ma propone pacchetti che altri operatori offrono anche a 1/3 di meno. Il safari che la Zanzibarviaggi mi ha proposto aveva un costo esorbitante e con strutture di livello molto basso, inferiore rispetto a quanto proposto da altri operatori, non c'era proporzione tra qualità-prezzo. Comunque ottima la struttura offerta a Zanzibar (il Samaki Lodge, non di proprietà della Zanzibarviaggi).
tour operator
Viaggio o vacanza effettuata con questo tour operator: viaggio a Zanzibar
Trovi utile questa recensione? yes     no


 
< Prec.   Pros. >